Emilia Romagna

La buona notizia: “Ritratto di donna” è tornato a casa

 

A seguito di una attività investigativa dei Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Bologna, il maggiore dei Carabinieri Giuseppe De Gori ha riconsegnato nelle mani del direttore dei Musei civici, Claudia Pedrini, il quadro rubato nel marzo scorso dal Museo Civico di Imola.
Si tratta di un olio su cartone del XVII secolo, di piccole dimensioni, raffigurante un ritratto di donna. Il ladro, un bolognese di cinquant’anni, è stato denunciato all’autorità giudiziaria. Determinante per le indagini è stato il contributo delle immagini registrate dal circuito interno di videosorveglianza della Pinacoteca di Bologna.
Nel corso della stessa indagine sono state recuperate altre due opere sottratte a danno dei musei pubblici in Emilia, si tratta di una raffigurazione trecentesca di Sant’Ambrogio, trafugato dalla Pinacoteca di Bologna, e la Crocifissione e discesa al Limbo del XIII secolo sottratto alla Pinacoteca di Faenza. Le opera d’arte erano riposte all’interno di un mobile nell’abitazione del ladro.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.