Flash News

Impressionisti “inediti” in mostra a Palazzo Bonaparte fresco di restauro

Una doppia “restituzione” al pubblico avrà luogo nella Capitale nei prossimi mesi. Dopo un anno di restauro riapre infatti Palazzo Bonaparte, che ospiterà dal prossimo autunno un’esposizione di quadri impressionisti provenienti da collezioni private

[J/Red/mdb]


 

Con il suo caratteristico balconcino verde affacciato su Piazza Venezia, Palazzo Bonaparte è indelebilmente legato alla figura della madre di Napoleone, Maria Letizia Ramolino, che vi dimorò dal 1818 fino alla sua morte. Costruito dall’architetto Antonio De Rossi fra 1657 e 1677, scrigno di storia e di opere d’arte, fra cui la celebre statua canoviana di Napoleone nelle vesti di Marte Pacificatore, il bellissimo edificio riapre ai visitatori le sue stanze dopo un lungo restauro. Nell’ambito del progetto Valore Cultura del gruppo Generali Italia, il palazzo è destinato a diventare polo culturale per la comunità, sede di esposizioni temporanee ed eventi.   

 

Nasce il primo spazio Generali Valore Cultura a Palazzo Bonaparte a Roma

Palazzo Bonaparte, interno (Foto ©ANSA)

 

 

Per inaugurare il nuovo ruolo di Palazzo Bonaparte nel panorama artistico-culturale romano è stata organizzata la mostra Impressionisti segreti, che offrirà al pubblico un’eccezionale collezione di oltre 50 opere raramente o mai finora concesse in prestito dai loro proprietari. Allestita e prodotta dal gruppo Arthemisia, con la curatela di Claire Durand-Ruel, vi figureranno artisti del calibro di Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Sisley, Caillebotte, Morisot, Gonzalès, Gauguin e Signac. L’esposizione sarà visitabile a partire dal prossimo 6 ottobre e fino all’8 marzo 2020.

 


 Giovedì 11 luglio 2019 ©Tutti i diritti riservati

Categorie:Flash News, JCHC