Archivi autore

Cristina Cumbo

Dottoressa di ricerca in Archeologia Cristiana, con tesi relativa alla catalogazione e all'analisi delle gammadiae nelle catacombe romane, discussa presso il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana con creazione del database GMS. Si è precedentemente laureata con lode in Scienze dell'Archeologia e Metodologia della Ricerca Storico-Archeologica nel 2011 presso l'Università degli Studi Roma Tre, dove durante gli anni di formazione universitaria ha partecipato a numerosi scavi, a uno stage di catalogazione con la Regione Lazio e a uno presso il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale lavorando alla "Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti". Nel 2013 frequenta il I ciclo del corso di perfezionamento in Tutela del patrimonio culturale organizzato dall'Università Roma Tre, dal MIBACT e dal Comando Carabinieri TPC, collaborando poi attivamente per l'organizzazione del medesimo corso nell'anno 2015. E' quindi amministratrice della pagina Facebook di informazione "La Tutela del Patrimonio Culturale" (https://www.facebook.com/LaTutelaDelPatrimonioCulturale/), in cui sono evidenziate notizie relative alla tutela, alla conservazione, alla valorizzazione del patrimonio culturale Italiano e internazionale e alla ricerca, nonché all'attività del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. Nel settembre 2017 viene nominata Accademica Esperta nella classe delle discipline Archeologiche dall'Accademia Archeologica Italiana.
Conduce ricerche in maniera indipendente, partecipando a convegni nazionali e internazionali. Gestisce la rubrica "Segnalati da voi" per The Journal of Cultural Heritage Crime, oltre ad essere articolista. Attualmente frequenta il Master di II livello "Strumenti scientifici di supporto alla conoscenza e alla tutela del patrimonio culturale" organizzato dall'Università degli Studi di Roma Tre in collaborazione con il Mibac, il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, la Regione Lazio e la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra in qualità di borsista.

Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale: resoconto dell’attività operativa 2018

55.202 beni recuperati e un calo di furti corrispondente a quasi il 50% dal 2012 ad oggi, nonostante il lieve aumento osservato rispetto al 2017 (da 419 a 474): sono questi i dati fondamentali diffusi, durante la mattinata del 17 aprile 2019, dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale nel corso della conferenza stampa riguardante il resoconto dell’attività operativa 2018

Fontana del Prigione: breve storia di un monumento romano, tra spostamenti, furti e degrado urbano

Esiste una fontana, conosciuta ai più, specialmente agli abitanti di Trastevere, che fa da sfondo alla via Luciano Manara strada che, oltre a costituire il proseguimento di via della Fratte di Trastevere, si incrocia con via Goffredo Mameli: si tratta della fontana del Prigione, preceduta da uno spiazzo con quattro panchine, incastonata in quella verde collina percorsa da una scalinata

Convegno “Falso! Il patrimonio culturale e la difesa dell’autenticità”, 25-27 ottobre 2018, Museo Nazionale Romano – Palazzo Altemps

Tra il 25 e il 27 ottobre si è svolto a Palazzo Altemps il convegno “Falso! Il patrimonio culturale e la difesa dell’autenticità”, organizzato nell’ambito del Master biennale di II livello “Esperti nelle attività di valutazione e di tutela del patrimonio culturale” dell’Università degli Studi di Roma Tre, in collaborazione con il Mibac e il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale

The Monuments Men

La scheda del film “The Monuments Men” di George Clooney. Con George Clooney, Cate Blanchett, Hugh Bonneville, Matt Damon. Gli Alleati attaccano la Germania, ma i fedeli del Führer non si fermano, continuando a eseguire gli ordini fino alla fine e saccheggiando il patrimonio artistico delle nazioni occupate. […]

App iTPC: tecnologia applicata alla tutela del Patrimonio Culturale

La tecnologia è ormai parte del nostro vivere quotidiano: se il pc è divenuto uno strumento essenziale per lo studio, il lavoro e l’informazione, gli smartphone – sempre più all’avanguardia – costituiscono quasi un’appendice del corpo umano configurandosi come mezzi di comunicazione in tempo reale, macchine fotografiche, mappe, torce, console per videogiochi e tanto altro ancora

Quella Madonnella scomparsa in via di Panico a Roma

Castel Sant’Angelo svetta all’orizzonte, nel mezzo di un brulicante mare di turisti che invadono il ponte. Scattano foto, passeggiano, sorridono. Sono giunti a Roma, magari dal lontano Oriente. Hanno sentito parlare dei monumenti, li hanno osservati in fotografia e, finalmente, possono percorrere le sue strade costellate di antichità