Comunicati


Italia e Cina insieme per la difesa del patrimonio archeologico

WhatsApp Image 2018-09-30 at 12.31.22.jpeg

 

Nell’ambito del Western China International Fair (WCIF) 2018 di Chengdu, nella provincia sud-occidentale di Sichua, si è svolto il 21 e 22 settembre il workshop sulla “Tutela del patrimonio culturale e costruzione e gestione dei Musei”, un’occasione per esportare in Cina le competenze di archeologi e architetti italiani al servizio della tutela del patrimonio culturale. Il seminario è stato organizzato dal Consolato Generale in coordinamento con l’Ambasciata italiana in Cina ed è stato finanziato con i fondi del programma “Vivere all’Italiana”.
Il workshop si è articolato in due momenti formativi: una parte seminariale e una parte sviluppata direttamente sul campo. L’obiettivo italiano è di far conoscere ai colleghi della terra del Dragone sia le proprie tecnologie sia le best practice, impiegate nel nostro Paese per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali. Questa esperienza dovrebbe consolidare il nostro Paese quale partner privilegiato dei cinesi nella gestione del progetto di riqualificazione del Parco archeologico urbano Donghuamen in Chengdu, per il quale le autorità locali hanno già accantonato cospicui finanziamenti.
Nel quadro di questa collaborazione tra Italia e Cina, si è anche inserito il protocollo firmato dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN), dal Parco Archeologico dei Campi Flegrei e dal Dipartimento per la Cultura della Provincia del Sichuan per l’allestimento di mostre, scambi di professionalità, collaborazioni in ricerche innovative e sperimentazioni.

J/Red/em